Alga Spirulina DXN. Proprietà e benefici sulla salute dell' integratore naturale alcalino più potente al mondo
Spirulina il più potente integratore
agosto 1, 2017
Benefici e proprietà fungo hericium erinaceus
Benefici fungo Hericium Erinaceus
agosto 19, 2017
Benefici alimentazione vegetale e proprietà alimentazione vegana

Le proprietà di un’ alimentazione vegetale, vegana o vegetariana che sia, comportà benefici sulla salute e previene le malattie come confermato dagli studi condotti da medici nutrizionisti e oncologi di tutto il mondo. Come vedremo in questo articolo i benefici che si ottengono basando la propria alimentazione su alimenti vegetali sono enormi e vanno ben oltre la salute dell’ uomo. Cibarsi vegetale è una filosofia di vita che si basa sulla tutela della propria salute, sulla difesa dei diritti degli animali e sulla salvaguardia del nostro pianeta ormai prossimo alla distruzione.

 

Benefici e proprietà del cibo vegetale e dell' alimentazione vegana, vegetariana sulla salute

Una mucca morta che giace in un pascolo sono considerate carogne. La stessa carcassa, trattata e appesa a un chiodo in macelleria, passa per cibo ! (John Harvey Kellog)

 

VEGANI E VEGETARIANI FAMOSI

Pitagora, Aristole, Leonardo da Vinci, Kellogg, Gandhi, Kafka, Einstein, McCartney, Pamela Anderson, Bill Clinton, Prince, Moby, Natalie Portman, Red Ronnie, Red Canzian, Margherita Hack, Umberto Veronesi (pace all’ anima sua), Leonardo di Caprio e il grande Carl Lewis. Se ti dovessi elencare tutti i vegani e i vegetariani famosi della storia l’ elenco sarebbe infinito. Personaggi dell’ antichità, scrittori e scienziati del 1900,  personaggi di fama internazionale dei giorni nostri. La scelta di cibarsi in maniera vegetale coinvolge persone di qualsiasi periodo storico, di qualsiasi estrazione sociale e di qualsiasi professione uomini o donne che siano. Le motivazioni che stanno alla base di questa scelta sono diverse. L’ amore per gli animali, la salvaguardia della propria salute, il miglioramento delle prestazioni sportive, il rispetto dell’ ambiente o semplicemente questione di gusto sono sicuramente le motivazioni principali. Ricordiamo inoltre il vastissimo numero di persone che si sono avvicinate all’ alimentazione vegetale per guarire dalla malattia. Ora un ramo sempre più imponente della medicina, sostiene quanto benefico sia per la salute incentrare la propria alimentazione su prodotti completamente vegetali.

 

Aforismi, frasi e citazioni vegane e vegetariane di Albert Einstein e di personaggi famosi

Albert Einstein, considerato il più grande genio del XX° secolo fu un convinto vegetariano

 

VEGANI E VEGETARIANI: UN PO’ DI NUMERI …

Il vegetarianesimo è uno stile di vita diffuso in tutto il mondo. Per ogni singolo paese le percentuali stimate di persone che hanno scelto di nutrirsi in maniera etica e salutista sono altalentanti. Queste percentuali sono approssimative poichè generalmente comprendono anche persone che si considerano vegetariane per il fatto di mangiare carne o pesce ogni tanto. In molti casi le stime sono elaborate da Enti Nazionali preposti alla raccolta di dati per fini statistici. Possiamo ritenere pertanto queste percentuali attendibili nonostante tutte le inevitabili approssimazioni del caso. Quel che è certo è che la percentuale di vegani e vegetariani è in rapida ascesa. In alcuni casi le variazioni sembrerebbero aumentare in maniera esponenziale. Sicuramente buona parte del merito è da riconoscere ad’ alcune fonti mediatiche che con svariati articoli e servizi televisivi hanno sensibilizzato in maniera imponente l’ opinione pubblica mettendo in luce sia le atrocità inflitte agli animali che le ripercussioni negative che il consumo di carne apporta sulla salute tra cui la forte incidenza tumorale.

Vediamo quindi alcuni numeri …

 

  • India: Nel 2006 è stato fatto un censimento in questa vastissima zona della Terra. Gli Indiani per motivi prevalentemente culturali sono un popolo in gran parte vegetariana. L’ esito del censimento effettuato dal Hindu-CNN-IBN ha confermato ancora una volta quanto radicata sia la cultura vegetariana in questo paese Orientale. La percentuale emersa dallo studio ha evidenziato che circa il 30% degli Indiani hanno un rapporto con la carne molto scarso se non addirittura inesistente.
  • Cina: La situazione Cinese è sicuramente degna di nota. In Cina il vegetarianesimo è stato particolamente diffuso in passato grazie alla presenza dei monaci Buddisti. Sicuramente il confine con l’ India ha svolto un ruolo importante in questa “contaminazione verde”. Verso la seconda metà del 900 la cultura vegetariana è crollata fino al limite della scomparsa. Negli ultimi anni sembra che il numero di vegetariani e vegani stia crescendo in maniera importante. A conferma di ciò, anche figure politiche importanti hanno promosso in diverse occasioni iniziative volte al riavvicinamento ad uno stile di vita vegetariano. Basti pensare alla proposta promulgata nel 2010 dal primo ministro Wen Jiabao il quale spinse affinchè venisse introdotta a livello Nazionale la campagna “un giorno vegetariano a settimana”. 
  • Taiwan: Nonostante sia un piccola Isola di soli 17 milioni di abitanti, questa nazione merita particolare attenzione. La percentuale stimata di persone sensibili al vegetarianesimo si aggira attorno al 10%. In questa piccola ma grande isola sono presenti circa 6 mila ristoranti specializzati in cucina vegetale. Degna di nota è anche la legislatura che con le sue norme severe garantisce una grande accuratezza nell’ etichettatura degli alimenti.
  • USA: Nel 1971 da un sondaggio è emerso che l’ 1% degli americani si dichiarava vegana o vegetariana. Dopo circa 40 anni è emerso un dato che ha dell’ incredibile. La percentuale sembrerebbe più che decuplicata arrivando a sfiorare il 13% della popolazione totale con una percentuale del 6% di vegetariani e del 7% di vegani.
  • Italia: Secondo l’ istituto di ricerca Eurispes circa il 10% degli Italiani si dichiara vegetariano. Con una fetta cosi ampia di vegetariani e vegani l’ Italia detiene il primato in Europa riguardo al numero di cittadini che hanno scelto di nutrirsi di vegetali.

 

Vegetariani e vegani nel mondo. Le statistiche sull' ambiente e sull' impatto della salute

La natura e la sua distruzione sono diffuse sul pianeta tanto quanto i vegetariani e gli onnivori

 

 

I BENEFICI DELLA CULTURA VEGETARIANA

 

Il vegetarianesimo è molto più di una semplice dieta. Come disse Lev Tolstoj, il grande filosofo russo diventato vegetariano dopo un trascorso da sanguinario cacciatore, “Cibarsi di carne è estremamente primitivo. Il vegetarianesimo è invece la prima forma di evoluzione culturale dell’ umanità“. Possiamo quindi affermare che cibarsi di alimenti vegetali non è una semplice dieta bensì una elevatissima forma di cultura. Una cultura che appoggia le proprie fondamenta su valori quali amore per il pianeta, per la propria salute e l’ amore verso gli animali. In considerazione di questo posso confermarti che se vogliamo che l’ umanità abbia un futuro, il vegetarianesimo non è una facoltà bensì un’ obbligo. Sofferenza, crudeltà, malattie e distruzione dell’ ambiente sono le conseguenze inevitabili a cui andrà incontro l’ umanità se questa diabolica rotta non verrà invertita. Questo periodo buio nella storia della razza umana ha oramai raggiunto l’ apice e il pianeta è oramai prossimo al collasso. Fortunatamente l’ aumento esponenziale di vegani e vegetariani rappresenta l’ unica speranza concreta di salvezza. Vediamo quindi quali sono i benefici di questa profonda forma di cultura.

 

Benefici e proprietà alimentazione vegana e cibo vegetale

Mangiare carne significa digerire le agonie di esseri viventi (Yourcenar)

 

BENEFICI SULLA SALUTE

A differenza di quanto qualcuno può credere la scelta vegetariana và ben oltre la sofferenza animale. Cibarsi in maniera vegetale rappresenta il miglior investimento sulla salute che si possa fare. Consumare in grande quantità alimenti vegetali ci protegge dalle malattie degenerative che sono la causa primaria di morte nei paesi industrializzati. Cancro, osteoporosi, diabete, sovrappeso, ipertensione, infarto e ictus sono solo alcune dei numerosi flagelli che è possibile evitare impostando un’ alimentazione vegetale. E’ appurato infatti, che almeno il 30% dei tumori avrebbe origine dal consumo di carne e pesce, mentre in alcuni casi la percentuale aumenta fino al 50%. Ovviamente quando parliamo di cibo e salute il pesce ha lo stesso peso della carne. Il consumo di pesce è fonte di grande inquinamento per il pianeta nonchè per la salute dell’ uomo. Nel pesce è presente un quantitativo estremamente alto di sostanze tossiche, antibiotici e molte altre sostanze chimiche. I benefici di un’ alimentazione vegetale sono validi tanto più per i bambini. Coloro che sono agli stadi iniziali della vita sono particolarmente fragili. Meritano pertanto un’ accortezza particolare. E’ quindi doveroso astenere questi soggetti sensibili dal consumare alimenti ricchi di sostanze nocive come antibiotici, ormoni, pesticidi, grassi e molto altro ancora. A confermare tutto ciò sono importanti instituzioni mediche. Tanto per citarne una mi preme menzionare la posizione dell’ American Dietetic Association. Nel 2009 quella che oggi si chiama Academy of  Nutrition and Dietetics ha ribadito un’ ennesima volta quanto evidenziato in due precedenti comunicati risalenti al 1996 e al 2003. In questo terzo documento ha comunicato l’ esito di un’ attenta analisi basata su più di 256 articoli scientifici degli ultimi decenni. Un lunghissimo dossier in cui si esordisce affermando che “l’ alimentazione vegetariana e vegana se correttamente bilanciate sono di beneficio per la salute e prevengono svariate patologie. L’ alimentazione vegetale è adatta a qualsiasi tipologia di individuo. Neonati, adolescenti, adulti, anziani e sportivi possono trarre enorme beneficio adottando questo regime alimentare.

Potrai consultare personalmente questo comunciato CLICCANDO QUI

 

Benefici alimentazione vegana e vegetariana

Le opzioni sono due. L’ onnivorismo o il vegetarianesimo. La malattia o la salute. Io scelgo la salute. E tu ?

 

VEGETARIANESIMO ED ETICA ANIMALISTA

Premesso che molte persone scelgono il vegetarianesimo per motivi puramente salutisti, troppo spesso si associa la scelta vegetariana come un percorso legato esclusivamente a tematiche animaliste. Nulla di più falso !!!  Ciononostante i motivi di tipo etico che stanno alla base di questa scelta sono incontenstabili. La visione egocentrica della vita che pone l’ uomo al vertice di una piramide e che tutte le altre forme di vita sono sottoposte al suo dominio (crudele) è una delle cause principale della rovina dell’ umanità. Sicuramente il ritorno ad una concezione ecocentrica in cui l’ uomo viene visto un tutt’ uno con gli animali e l’ ambiente è sicuramente l’ unica chiave di salvezza per evitare la nostra autodistruzione. Carne, pesce, uova e latticini sono fonte di grande dolore sia per gli animali che per i loro aguzzini. Una spirale di perversione dalla quale sempre più persone scelgono di tirarsi fuori. Un sentito grazie và anche all’ opera di sensibilizzazione dei media. Svariate fonti autorevoli coi loro servizi televisivi hanno posto dinnanzi agli occhi (e ai cuori) di molte persone una realtà molto distante da quello che molti credevano. D’ altra parte come disse il professor Umberto Veronesiquando ci si siede davanti ad una bistecca non si pensa di mangiare un’ animale da amare ed accarezzare“. Ora non ti descriverò nel dettaglio tutte le tipologie di “animali da reddito” e la loro relativa “non vita” che affrontano prima di essere barbaramente uccisi. Siano essi bovini, caprette, cavalli, galline o pesci il minimo comune denominatore è sempre lo stesso. Una vita innaturale che vede gli animali come COSE e non come ANIMALI (essere viventi con un’ intelligenza propria dotati della capacità di provare profondo amore verso qualsiasi altra specie vivente). Il web è pieno di contenuti utili per acquisire un quadro completo della situazione. Fortunatamente anche la TV pone all’ attenzione pubblica la cruda realtà che si cela dietro la produzione di alimenti di origine animale. Tra le tante mi preme riportare un servizio andato in onda su La7 in cui si è delineata una tristissima realtà per molto tempo oscurata a molti. Sono immagini forti che urterebbero chiunque abbia un briciolo di cuore. Tuttavia è importante tenere a mente che “non devi astenerti dal far provare ai tuoi occhi quello che gli animali provano sul proprio corpo“.

 

 

VEGETARIANESIMO E AMBIENTE

L’ alimentazione onnivora comporta gravissime conseguenze anche sull’ ambiente. Probabilmente questo punto è quello meno conosciuto. Tuttavia esso è ancora più importante dell’ aspetto salutista ed animalista. D’ altra parte se ci si rovina la salute muore il singolo, se si rovina un’ animale muore un’ animale mentre se si rovina l’ ambiente muoriamo tutti. La produzioni di alimenti di origine animale nuoce all’ ambiente sotto diversi punti di vista. Oltre a comportare un dispendio di risorse dieci volte superiori rispetto alla produzione di alimenti vegetali essi sono la causa principale di una grande percentuale di tutte le emissioni rilasciate nell’ atmosfera. Basti pensare ai gas quali metano e protossido d’ azoto emessi dagli animali negli alleamenti. Il processo digestivo e lo smaltimento del letame prodotto dagli stessi costituisce minimo il 10% di tutte le emissioni rilasciate nell’ atmosfera. Si stima quindi che il riscaldamento globale è causato per il 28% dall’ allevamento del bestiame.  Se non s’ inverte al più presto questa tendenza, nel 2050 la situazione diventerà insostenibile. A dirlo è il dottor Dario Caro dell’ università di Siena che con l’ ausilio di altri importanti scienziati dell’ università di Stanford e California, ha intravisto uno scenario tutt’ altro che rassicurante. In considerazione di tutti questi aspetti possiamo affermare che se nel presente il vegetarianesimo è una scelta, a breve diventerà un’ obbligo perchè senza vegetarianesimo non ci potrà essere futuro.

 

Deforestazione e inquinamento ambientale allevamenti intensivi carne e pesce

“Solo quando l’ultimo fiume sarà prosciugato, quando l’ultimo albero sarà abbattuto,
quando l’ultimo animale sarà ucciso, solo allora capirete che il denaro non si mangia.”

 

CONCLUSIONE

Il vegetarianesimo non è una scelta. La scelta finisce laddove inizia la libertà di un’ altro. La salute del pianeta e la salvaguardia di tutte le forme di vita presenti sulla Terra rappresenta un’ obbligo morale da rispettare nell’ interesse dell’ umanità stessa. Non è coi soldi che si vive bensì con la salute fisica e col rispetto degli equilibri della natura. Le malattie sono l’ inevitabile conseguenza dell’ aver infranto le leggi della natura.

 

Prodotti caffè al fungo Ganoderma Lucidum Reishi DXN Italia

Fungo Ganoderma Lucidum Reishi Azienda DXN Italia

Medico naturopata fungo Ganoderma Lucidum Reishi consulenza micoterapia

Condividi

12 Comments

  1. Jessica ha detto:

    Grazie per quersto articolo, i tuoi approfondimenti sono molto interessanti. Anch’io sono Vegana e inizialmente l’ho fatto per questioni di salute di mio marito che soffriva di reflusso e con la dieta Vegana ha risolto del tutto il suo problema! Poi col tempo ho capito che questa scelta porta ad essere più consapevoli, ad amare di più noi stessi e il mondo in cui viviamo è gli animali che sono qui con noi non per noi 🙏🏻

    • Luca ha detto:

      Ciao Jessica. Mi fà piacere sentirti dire questo. Ognuno ha i propri motivi. Sicuramente l’ elemento cruciale è il beneficio finale che questa scelta apporta. Migliora la salute dell’ uomo, sottrae animali dalla crudeltà ed è un vero toccasana per l’ ambiente.

  2. Valentina ha detto:

    ottimo articolo, contenuti attuali che purtroppo molte persone non accettano e continuano ad “ammazzare” la propria salute; spero che con questo articolo il popolo apra gli occhi e capisca il vero senso di mangiare cibo che fa bene a corpo e mente.

    Complimenti ancora per aver scritto questo articolo molto interessante.

    • Luca ha detto:

      Mi fà piacere che anche tu la pensi così Valentina. Fortunatamente madre natura è stata molto generosa con noi. In natura troviamo tutto ciò di cui abbiamo bisogno per salvaguardare la nostra salute e il piacere del nostro palato senza spargere sangue innocente.

  3. Valentina ha detto:

    Articolo molto valido, elenca in maniera chiara e sintetica un po’ tutti i motivi che spingono ormai sempre più persone a fare questa scelta! Che come hai detto tu in un futuro non molto lontano non sarà più una scelta se vogliamo continuare a vivere su questa pianeta! Gli allevamenti sono qualcosa di insostenibile..in tutti i sensi! Io ho cominciato per ragioni etiche e perchè ho capito che noi non siamo stati creati per mangiare carne, ma poi informandomi ho capito che diventare vegetariana e poi vegana era ottimo sotto molti altri punti di vista! E, ovviamente, non tornerei mai indietro!

    • Luca ha detto:

      Ciao Valentina. Mi fà piacere che anche tu sei vegana. Sempre più persone si stanno avvicinando a questa filosofia di vita incentrata sull’ amore per gli animali, per l’ ambiente e per la propria salute. Sicuramente i benefici per il tuo benessere fisico sono solo una parte dei benefici che hai ottenuto. Sicuramente stai molto meglio anche emotivamente e spiritualmente. Hai fatto una scelta saggia e tutti i benefici che stai ricevendo sono la giusta ricompensa per la tua sensibilità. Ti auguro di riceverne tanti altri. Buona serata.

  4. Arianna ha detto:

    Ciao Luca, io sono diventata vegetariana circa 9 anni fa… La mia vita è cambiata? Non particolarmente. Allora c’erano pochi ristoranti vegetariani in Italia per non parlare delle inesistenti opzioni nei supermercati generici. Un anno e mezzo fa’, seguendo una delle mie YouTuber preferite Lauren Toyota di Hot for Food, ho trovato il documentario Cowspiracy e l’ho guardato tutto con il mio cagnolino tra le braccia e le lacrime agli occhi. Ho capito che la scelta di non mangiare carne da sola non era abbastanza, dovevo essere più consapevole! Tante cose succedono al mondo e noi semplicemente scegliamo di ignorarle. Per me non era più possibile.
    Ho deciso di provare, con i miei tempi, la dieta vegana. La mia vita è cambiata? Assolutamente si!
    Non so se sia stata solo un fattore alimentare o anche psicologico ma la depressione di cui soffrivo da circa 4 anni è sparita. Ho fermato i miei disturbi alimentari che mi accompagnavano dall’età di 8 anni (ora ne ho 27) e non sono stata più felice. Ora è molto più facile fare una scelta alimentare di questo tipo perché ci sono milioni di prodotti vegan sul mercato e centinaia di ristoranti buonissimi. Anche se i realtà io ho scoperto di amare molto di più i cibi naturali e non tanto le imitazioni. Anche se ogni tanto qualche formaggino vegano me lo compro eheh!
    Rispetto a 9 anni fa, la società è cambiata tantissimo. Speriamo migliori ancora 😀

    • Luca Catanoso ha detto:

      Ciao Arianna. Grazie 1000 per aver condiviso la tua testimonianza. Sicuramente possono essere diversi i motivi che spingono una persona ad abbracciare l’ alimentazione vegetale. Penso che nel 2017 basta un video su youtube o un post su Facebook e la vita di una persona può cambiare. La tua esperienza mi fà ricordare la mia. Anche io ho abbracciato questa filosofia di vita grazie ad un video. Sicuramente la crudeltà a cui hai assistito ti ha spinto molto a cambiare. Hai scelto di esplorare un sentiero nuovo e sei stata premiata per questo. I benefici alla salute che hai ricevuto sono solo l’ inizio. Oramai nei supermercati sempre piu spesso troviamo alternative vegetali e queste alternative aumentano sempre di più. Formaggi, salumi, lasagne e tanto altro ancora sono solo una parte di tutte le prelibatezze cruelty free che è possibile consumare oggi. Buona continuazione mia cara.

  5. gabriella fugazzotto ha detto:

    Ciao Luca grazie del tuo articolo!
    Ormai, che l’alimentazione vegana e vegetariana ben condotte, anche con l’aiuto di un professionista della salute esperto nel settore, siano non solo prive di rischi di carenze nutrizionali ma anche possano portare a grandi benefici per la salute è un dato di fatto scientifico.

    Oltre a questo, non possiamo non tenere in conto l’impatto ambientale dell’alimentazione onnivora nonchè l’importanza degli aspetti etici connessi al consumo di altri animali.

    Grazie

    • Luca Catanoso ha detto:

      Hai ragione Gabry. Un tempo si diceva “Mangi vegetale ? Attento alla salute !!”. Finalmente ora grazie alle scoperte scientifiche la situazione si stà ribaltando. Grazie anche ai media le persone acquisiscono sempre piu consapevolezza sia riguardo all’ aspetto salutista che a quello etico.

  6. Anonimo ha detto:

    Articolo molto interessante! Io non sono né vegana né vegetariana, peró posso confermare che da qualche anno ho cominciato per mia spontanea volontà ad eliminare la carne quanto più spesso possibile e a concentrarmi molto su tutti gli altri alimenti. C’é un mondo oltre la carne! Verdure, legumi, cerali molto saporiti.. aiutata anche dal fatto che la mia famiglia coltiva e la maggior parte dei legumi e delle verdure arrivano direttamente dalle mani dei miei nonni. Li preferisco rispetto a cose gia pronte o piú commerciali… grazie mille, il tuo articolo mi ha fatto riflettere 🙂 Buona giornata!

    • Luca Catanoso ha detto:

      Grazie 1000 per aver condiviso assieme a noi la tua esperienza. Quando si parla di mangiare vegetale non c’è nulla a cui rinunciare. Si tratta semplicemente di sostituire con alternative vegetali che oltre ad essere buone per il palato fanno bene anche alla salute dell’ uomo, degli animali e dell’ ambiente. Buona giornata 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Mostra
Nascondi